Agenzie per il lavoro, come usarle per trovare lavoro 

L’agenzia per il lavoro non è solo un luogo di puro collocamento. Nel corso degli anni è diventato molto di più. Il luogo dell’incontro tra domanda e offerta ma anche un terreno ricco di humus per chi nella nuova possibilità lavorativa cerca anche la crescita e l’individuazione del lavoro perfetto per lui. Ascolto, comprensione e formazione, il tutto all’interno di un’unica struttura. 

Essere un’agenzia per il lavoro oggi significa prima di tutto mettersi nella condizione di voler costruire con il candidato un rapporto esclusivo e personalizzato. 

Perché ciascuno è diverso e perché ciascuna offerta lavorativa necessita di una risposta dedicata. 

Per questo motivo agenzia per il lavoro è:

  • Supporto a chi deve affrontare il primi inserimento lavorativo o a chi vuole cambiare professione
  • Uno spazio dedicato al miglioramento continuo
  • Supporto per la ricollocazione professionale e la ricerca di nuove opportunità lavorative 

Chi è alla ricerca di un nuovo lavoro si rivolge sempre più spesso alle agenzie per il lavoro. Si tratta di agenzie che raccolgono le offerte di lavoro delle aziende in cerca di personale da una parte e le richieste di lavoro da parte dei privati dall’altra. 

Chi cerca lavoro può mandare il proprio curriculum vitae all’agenzia. A questo seguirà un incontro dove la persona dovrà compilare dei moduli con i propri dati personali, indicare il percorso formativo e professionale e indicare i settori professionali a cui è interessata. 

Le aziende che invece sono alla ricerca di collaboratori o nuovi profili possono a loro volta rivolgersi alle agenzie per il lavoro e specificare le caratteristiche richieste per il lavoratore: formazione, percorso, età, orario lavorativo previsto, periodo di lavoro ecc. 

Una volta che domanda e offerta si incontrano inizia la selezione per cercare i profili di lavoratori più adatti alla mansione richiesta. 

Non solo, perché l’agenzia del lavoro si occupa e si preoccupa anche di arrivare a delineare il profilo migliore attraverso percorsi formativi creati ad hoc e su richiesta delle aziende. 

In sintesi, cosa fa un’agenzia per il lavoro?

  • raccoglie offerte di lavoro da parte delle aziende
  • raccoglie domande di lavoro da parte dei potenziali lavoratori
  • seleziona il personale 
  • organizza corsi di formazione professionale 

Ed entrando più nello specifico, l’agenzia per il lavoro sostiene: 

  • La ricerca del primo lavoro per coloro che possiedono competenze non ancora allineate alle esigenze del mercato e sono in cerca di una prima opportunità professionale.
  • Il ricollocamento per i lavoratori che hanno perso il proprio posto e hanno bisogno di un supporto nella riqualificazione, nel trovare un nuovo lavoro e nell’individuare strade alternative.
  • L’accompagnamento nei percorsi di carriera, percorsi di coaching nelle fasi di transizione attraverso le scelte ed il cambiamento che caratterizzano le storie professionali dei lavoratori.

Andare oltre al concetto di Agenzia

L’agenzia per il lavoro mette al centro le persone, i loro bisogni, le necessità. Il mercato del lavoro è in continua evoluzione: molte figure professionali sono scomparse o si sono trasformate, altrettante nascono ogni giorno per favorire l’innovazione. Per le figure che si trovano svantaggiate rispetto alla richiesta del proprio profilo, soprattutto dopo un periodo di tempo trascorso in disoccupazione, ci sono agenzie per il lavoro che si pongono  supporto. Indirizzano la persona verso la valorizzazione e la riqualificazione delle proprie competenze permettendo l’accelerazione della propria carriera. Per questo motivo, scegliere la propria strada con un esperto significa muoversi nel modo più efficace all’interno di un mercato del lavoro complesso.