Visite guidate cenacolo: prenotate per tempo!

Visite guidate cenacolo: prenotate per tempo!

Per chi nel corso dei mesi estivi si trova a Milano, sia che si tratti di un turista così come di un milanese che ha deciso di godersi il periodo migliore per vivere e scoprire la propria città, il consiglio è quello di non lasciarsi sfuggire l’occasione e di approfittare di una visita guidata cenacolo.
Il ventaglio di date possibili è particolarmente ampio e, contrariamente a quanto accade in altre stagioni dell’anno, poter
ammirare da vicino il Cenacolo, sicuramente una delle principali e più apprezzate opere di Leonardo da Vinci, risulta decisamente più facile. Tra l’altro, l’affluenza non particolarmente intensa dà modo di evitare code e attese estenuanti e di potersi godere con maggiore tranquillità questo spettacolare affresco che tutto il mondo ci invidia.
Le visite guidate cenacolo regalano anche l’opportunità di approfittare dell’esperienza di uno storico dell’arte che, accompagnando quanti hanno prenotato la visita guidata cenacolo, svelerà tutti i segreti dell’Ultima Cena di Leonardo da Vinci.

Lo storico dell’arte, infatti, inizia le visite guidate cenacolo spiegando in modo approfondito l’affresco realizzato su commissione di Ludovico Sforza. L’osservazione guidata dall’esperto del capolavoro dipinto sul muro dal genio fiorentino permette di scoprire le modalità con le quali è stato eseguito. Realizzato da Leonardo in pieno Rinascimento, tra il 1495 e il 1498, il Cenacolo ha come cornice lo splendido Refettorio appartenente al convento di Santa Maria delle Grazie.

Per realizzare l'Ultima Cena, che misura 460×880 cm, Leonardo ha preferito non ricorrere alla tecnica tradizionale utilizzata per gli affreschi e che prevedeva l’impiego di una stesura del colore particolarmente rapida e da applicare sull’intonaco umido.
Di conseguenza, una delle tante peculiarità di questo dipinto su muro risiede proprio nell’innovazione della tecnica pittorica, tale da permettere all’artista di lavorare in più riprese e sull’intonaco già asciutto. Questo espediente, come verrà spiegato in modo più approfondito nel corso della visita guidata cenacolo, ha dato a Leonardo la possibilità di curare con estrema attenzione ogni
minimo particolare dell'affresco.
Tuttavia il dipinto parietale, realizzato a tempera grassa, proprio a causa della tecnica pittorica utilizzata dall’artista fiorentino di rivelò particolarmente attaccabile dall’umidità dell’ambiente e, per un lungo periodo, il suo cattivo stato di conservazione limitò l’emozione che si prova alla sua vista. L’eccellente restauro durato circa 20 anni e conclusosi nel 1999, ha ora restituito ai visitatori la magnificenza dell’opera riportando alle luce le stesure originali.
Le visite guidate cenacolo oltre a soffermarsi su questa opera diventata patrimonio dell’Unesco, permettono di scoprire anche la storia e le bellezze del complesso che la ospita. Il Convento di Santa Maria delle Grazie, anch’esso patrimonio dell’Unesco, è di rara bellezza; le due opere si compenetrano a vicenda riuscendo a regalare al visitatore emozioni uniche e la testimonianza di come la ricchezza e il desiderio di trasmissione all’umanità dei valori della cultura rinascimentale fosse vivo a Milano.

Le visite durano circa 90 minuti e, di conseguenza, danno la possibilità di esaminare a fondo il Cenacolo Vinciano e di apprezzarne la storia e i singoli particolari di realizzazione.