Tutto quello che c’è da sapere su una porta blindata

Tutto quello che c'è da sapere su una porta blindata

Fare installare un portoncino blindato o porta blindata o ancora porta antieffrazione presso l'ingresso di casa nostra, è già di per se un ottimo deterrente contro l'azione di ladri e malintenzionati. Affinchè però una porta blindata sia veramente funzionale alla protezione della nostra casa e della nostra famiglia, essa deve essere selezionata seguendo diverse criteri ed esigenze soprattutto avendo ben chiaro quelle che sono le caratteristiche opzionali che caratterizzano le porte blindate presenti sul mercato, in maniera tale da scegliere quella più in linea con le nostre esigenze.

Insieme all'azienda Gioma Srl che si occupa della vendita di portoncini blindati a Trieste vedremo tutte le caratteristiche che definiscono questo tipo di porte.

L'efficacia della porta blindata per quanto riguarda la sicurezza è data da un mix di elementi costitutivi base ai quali sono aggiunti degli elementi specifici di rafforzo. In particolare gli elementi che rafforzano e rendono sicura una porta antieffrazione sono: la serratura e il cilindro di sicurezza, le lamiere sia interne che esterne, le zanche incassate nel muro e i montanti di rinforzo.

Passiamo quindi al momento dell'installazione della porta blindata, poiché questa operazione risulta determinante per l'efficacia e la sicurezza del portoncino blindato.

Si parte fissando il telaio al muro per garantire la massima resistenza in caso di effrazione. Porta e muro vengono uniti insieme in modo da costituire un unico blocco resistentissimo ed inutile da scalfire. Per raggiungere questo obiettivo dal bordo del telaio parono delle zanche d'acciaio che penetrano nel muro per 10-15 cm e successivamente fissate con cemento a presa rapida.

Per essere fissata ad un muro la porta blindata ovviamente quest'ultimo deve essere robusto possibilmente in mattoni forati. Qualora il muro in sia fragile sarà opportuno procedere con un'attività di consolidamento andando ad applicare una rete metallica elettrosaldata e connessa alla muratura esistente.

Chi sta acquistando una casa in via di costruzione è meglio richieda espressamente qualora voglia installare una porta blindata, di applicare gli appositi rinforzi alle pareti in corrispondenza del punto in cui verrà installato il portoncino blindato.

Le porte blindate sono accompagnate da una classe che ne testimonia la resistenza antieffrazione grazie ad alcuni controlli svolti ad hoc. In linea con le norme Uni Env 1627 e leggi successive le porte blindate hanno 6 classi in cui il 6 rappresenta la massima resistenza antieffrazione. Queste classi definiscono tipo di serratura ed altre caratteristiche come isolamento termico ed acustico. La classe di una porta blindata viene definita secondo leggi europee valutando resistenza al carico statico, a quello dinamico nonché la resistenza all'attacco manuale

I sistemi utilizzati per questi test svolgono delle simulazioni di vari tentativi di scasso ed in base ai risultati rilevati determina la classe di resistenza della porta blindata.