Trovare un lavoro dopo la detenzione

Trovare un lavoro dopo la detenzione

Si tratta forse di uno degli argomenti meno discussi pubblicamente: la ricerca di lavoro da parte di coloro che hanno avuto una condanna. Purtroppo, la detenzione in carcere o il peso di una pena da scontare fuori dalla galera, non rappresentano uno dei migliori biglietti da visita per chi è in cerca di un lavoro, per chi desidera mettersi in gioco e ricominciare, ove possibile, da zero. Se già, ad oggi, è difficile per i giovani e meno giovani trovare un’occupazione stabile, questo risulta ancor più difficoltoso per chi ha commesso un reato e ha pagato, o sta ancora pagando, il fio alla società.

 

Pertanto se all’orizzonte si presenta una qualsiasi opportunità di aiuto, la possibilità di trovare luoghi o persone che possano e sappiano indicarti la via da seguire, disposte ad ascoltare per cogliere e mettere a frutto tutto ciò che c’è di buono in ognuno di noi, allora certamente per il detenuto c’è una meta da raggiungere, un obiettivo da non fallire. A maggior ragione se questo aiuto reale si concretizza come un’occasione di crescita non solo personale ma soprattutto professionale: una messa in prova, un lavoro stabile, un’esperienza concreta per mettere alla prova intenti e capacità.

 

Questa in sintesi una delle tante opportunità e sfaccettature di quella che possiamo definire borsa lavoro, opportunità che può essere colta nella propria città di appartenenza, come nel caso della borsa lavoro di Bolzano.

Il lavoro: un diritto costituzionale

L’avviamento e l’inserimento lavorativo non è soltanto un dovere sociale, ma è soprattutto un diritto costituzionale. A questo si può aggiungere che un’attività, nobilitando l’uomo che la svolge, educa e al contempo reinserisce gli individui che sono stati allontanati dalla società, contribuendo alla risoluzione di forme di subordinazione e all’incremento, al contrario, di forme di autonomia deliberativa. Se a questo aggiungiamo l’importanza rivestita dalla consapevolezza di svolgere un ruolo attivo all’interno della società, il quadro risulta completo per comprendere l’importanza delle borse lavoro.

 

A fine di ottenere inserimenti lavorativi di qualità, è importante stabilire con il detenuto un itinerario di crescita che preveda varie fasi: orientamento, formazione e qualificazione professionale, inserimento all’interno del tirocinio con borsa-lavoro in azienda o quando possibile in una cooperativa sociale.

 

È chiaro, poi, che ogni percorso è a sé stante e rappresenta soltanto un inizio sul quale costruire solide basi professionali da incrementare nel tempo con sacrificio e spirito di intraprendenza.