Sono state annunciate le candidature ai 61° David di Donatello

Sono state annunciate le candidature ai 61° David di Donatello

La cerimonia, che si terrà il prossimo 18 aprile, è un po' l'equivalente italiano dei premi Oscar, con nomination e premi che sono decisi da Ente David di Donatello dell'Accademia del Cinema Italiano, che vede a capo Gian Luigi Rondi. Dai nomi delle candidature si può capire che il cinema italiano si possa essere un po' destato dal torpore degli ultimi anni con tanti film di spessore capaci, come nel caso di Fuocoammare di Gianfranco Rosi, di imporsi anche in palcoscenici internazionali e nel caso specifico di vincere il Festival di Berlino. Ed è proprio il film che vuole raccontare Lampedusa uno dei più gettonati alle nomination, assieme alle rivelazioni Non Essere Cattivo, Lo Chiamavano Jeeg Robot e Perfetti Sconosciuti. Meno candidature pesanti per gli acclamati Paolo Sorrentino e Matteo Garrone mentre il campione di incassi assoluto Quo vado? Viene salvato solo dalla presenza di Sonia Bergamasco per la Miglior Attrice Non Protagonista.

Per il resto dovrebbe essere un duello tutto romano. Alessandro Borghi e Luca Marinelli duelleranno per il Miglior Attore e il Miglior Attore Non Protagonista. I due hanno recitato assieme in Non Essere Cattivo, dove Borghi cerca di salvare l'amico da una vita dissoluta portandolo a lavorare con se in una ditta di ristrutturazione appartamenti Roma non riuscendoci nell'amaro ritratto di Ostia del compianto regista Claudio Caligari. Fanno invece entrambi la parte dei cattivi per la nomination per i Miglior Attori Non Protagonisti mentre è da segnalare la sorpresa della presenza dell'esordiente Ilenia Pastorelli per la Miglior Attrice Protagonista per il surreale Lo Chiamavano Jeeg Robot. Se la vedrà contro attrici del calibro della Ferilli e della Golino. Ecco comunque tutte le principali nomination.

MIGLIOR FILM

  •  Fuocoammare Gianfranco Rosi
  •  Il racconto dei racconti Matteo Garrone
  •  Non essere cattivo Claudio Caligari
  •  Perfetti sconosciuti  Paolo Genovese
  •   Youth – La giovinezza  Paolo Sorrentino

MIGLIORE REGISTA

  • Fuocoammare  Gianfranco Rosi
  • Il racconto dei racconti   Matteo Garrone
  • Non essere cattivo  Claudio Caligari
  • Perfetti sconosciuti  Paolo Genovese
  • Youth – La giovinezza  Paolo Sorrentino

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE

  • Arianna  Carlo Lavagna
  • Banat – Il viaggio  Adriano Valerio
  •  L’attesa  Piero Messina
  •  Lo chiamavano Jeeg Robot  Gabriele Mainetti
  •  Loro chi?  Fabio Bonifacci, Francesco Miccichè
  •  Pecore in erba  Alberto Caviglia

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA

  •   Alaska  Àstrid Berges-Frisbey
  •   Gli ultimi saranno ultimi  Paola Cortellesi
  •   Io e lei  Sabrina Ferilli
  •  L’attesa  Juliette Binoche
  •  Lo chiamavano Jeeg Robot  Ilenia Pastorelli
  •  Per amor vostro  Valeria Golino
  • Perfetti sconosciuti   Anna Foglietta

 

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA

  •   Lo chiamavano Jeeg Robot  Claudio Santamaria
  •   Non essere cattivo  Alessandro Borghi
  •    Non essere cattivo  Luca Marinelli
  •    Perfetti sconosciuti  Marco Giallini
  •     Perfetti sconosciuti  Valerio Mastrandrea

 

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

  •  Assolo  Piera Degli Esposti
  •  Lo chiamavano Jeeg Robot   Antonia Truppo
  •  Non essere cattivo  Elisabetta De Vito
  •  Quo vado?  Sonia Bergamasco
  •  Ultima fermata  Claudia Cardinale

 

MIGLIORE TTORE NON PROTAGONISTA

  •     Alaska  Valerio Binasco 
  •     Gli ultimi saranno ultimi   Fabrizio Bentivoglio
  •      La felicità è un sistema complesso  Giuseppe Battisto
  •     Lo chiamavano Jeeg Robot  Luca Marinelli
  •     Suburra  Alessandro Borghi