Serie B : dramma Livorno e Modena, sogno Trapani

Serie B : dramma Livorno e Modena, sogno Trapani

Cala il sipario sulla regular season della Serie B ed è stato un campionato finora assolutamente ricco di sorprese con il sentore che ancora molte ne arriveranno. La cadetteria si sa da sempre è un torneo indecifrabile e complesso, che spesso va al di là delle previsioni anche dei più esperti di scommesse sportive o di trading online, ed anche nella stagione 2015/2016 la Serie B non si è smentita. Se il primo posto finale del Cagliari non ha sorpreso più di tanto visto che la squadra sarda era la grande favorita, il discorso è diametralmente opposto per quanto riguarda un'altra squadra rossoblù, il Crotone, che guidata dall'esordiente mister Juric e con una squadra molto giovane ha centrato la promozione diretta con pieno merito. Le altre favorite Bari, Pescara, Cesena, Spezia e Novara dovranno così accontentarsi di giocare l'ultimo posto buono per la Serie A nei playoff, che vede però partire davanti a tutti un'altra sorpresa, ovvero il Trapani di Serse Cosmi. I siciliani infatti hanno terminato il campionato al terzo posto, ed ora partono col vantaggio di poter salire nel massimo campionato anche solo pareggiando ogni incontro. Una sorta di piccola rivincita per l'ex allenatore del Perugia troppo frettolosamente accantonato dal calcio che conta dopo gli incredibili risultati ottenuti col club umbro.

Dramma retrocessione

Anche qui pronostici della vigilia completamente ribaltati. Se l'ultimo posto del Como poteva essere prevedibile, anche se ad onor del vero i lariani hanno fatto un campionato più che dignitoso ma è mancata anche un pizzico di fortuna, le retrocessioni dirette arrivate all'ultima giornata di Livorno e Modena fanno rumore. Gli amaranto, che fino a qualche anno fa battagliavano in Serie A per l'Europa spinti dai gol di Cristiano Lucarelli, hanno incredibilmente sciupato tutto in casa contro il Lanciano facendosi recuperare due reti, con i frentani che così si sono guadagnati il diritto a giocarsi la permanenza nel playout contro la Salernitana. Il Modena invece, che ad agosto aveva scelto Hernan Crespo come allenatore, era partito per un campionato tranquillo di metà classifica, invece una volta inabissato nei bassifondi della classifica i canarini non hanno più trovato la forza di rialzarsi, scivolando così anche loro mestamente in Lega Pro. Il rovescio della medaglia invece è quello di mister Foscarini che, dopo le tante salvezze miracolose raggiunte con il Cittadella, si è ripetuto con la Pro Vercelli che tutti davano per spacciato dopo un inizio difficile.