Gate Art Gallery Termini: centro d’arte per il pubblico in viaggio

Gate Art Gallery Termini: centro d’arte per il pubblico in viaggio

La città di Roma è considerata come un grande monumento a cielo aperto, basta infatti girarsi intorno per trovare magnifici luoghi da visitare ricchi di storia, nonchè musei e gallerie d’arte sparse in vari punti della città…alcuni noti in tutto il mondo mentre altri tutti da scoprire. Per chi si trova per qualche giorno in visita alla capitale e ha deciso di soggiornare in uno  degli  hotel alla stazione Termini, c’è la possibilità di immergersi nell’arte visitando la magnifica Gate Termini Art Gallery.

Il Gate Art Gallery si trova proprio all’interno della stazione principale, nell’ala Mazzoniana nei pressi del binario 24, quello destinato al collegamento con l’aeroporto di Fiumicino.  Inaugurata nel 2005 per festeggiare i 100 anni delle Ferrovie dello Stato, raccoglie alcune importantissime opere d’arte, che sono esposte in una superficie di ben 2000 metri quadrati e rappresentano uno dei primi centri d’arte aperti ad un pubblico in viaggio.

La struttura del Gate Termini Art Gallery presenta una sala d’ingresso dove sono concentrate tutte le principali attività informative e i servizi, mentre entrando nel cuore della galleria si trovano degli espositori video dove i visitatori troveranno tutte le informazioni che riguardano le iniziative e le mostre in programmazione.

Il Gate Art Gallery Termini  è assolutamente all’avanguardia, infatti qui è possibile trovare  degli spazi dedicati  all’acquisto di libri, alle mostre in atto e a tutte le informazioni possibili riguardo alla prenotazione e al costo dei biglietti d’ingresso,  inoltre è possibile consultare cataloghi multimediali in diverse lingue ed è presente anche un servizio wifi e ricarica per le batterie di telefoni cellulari e notebook.

L’interno è accessibile a tutti grazie alla presenza di ascensori che consentono di raggiungere la galleria e assistere sia alle  mostre che alle conferenze o attività didattiche.

Grazie all’ottimo recupero fatto nella zona dell’Ala Mazzoniana è stato possibile anche ottenere diverse sale didattiche e un cinema che può ospitare fino a 150 persone. Questo ha portato quella che finora era solo una stazione  nevralgica di transito, a divenire un vero punto d’incontro dove oltre a fermarsi per prendere un caffè, mangiare qualcosa e fare shopping tra partenze ed arrivi, è possibile anche ammirare alcuni tra i capolavori più importanti del mondo in ambito artistico.

Questo progetto di riqualificazione sta coinvolgendo anche le altre stazioni di Roma, come Ostiense e Tiburtina, con l’intento di renderle sempre più all’avanguardia e migliorare l’esperienza dei viaggiatori.