Come pulire bene il pc?

{CAPTION}

 

Ad oggi il computer non è più soltanto uno strumento di lavoro o di studio, spesso infatti ci si ritrova ore davanti a computer sempre più sottili e tecnologici anche per svago. Ma che ad usarlo sia un grafico, un ragazzo che gioca o lo studente di un master in informatica, c’è una cosa che tutti devono fare periodicamente: pulirlo. Spesso ci si preoccupa di proteggerlo dai virus e da tutto ciò che può appesantirlo, rallentandone il funzionamento, ma molti non pensano ad altri tipi di “sporcizia”. Briciole e polvere, ad esempio, possono a lungo andare danneggiarlo. È giunto il momento di porre un rimedio.

La prima cosa che si deve fare è quella di spegnerlo e staccare la spina, mai procedere alla sua pulizia se collegato alla corrente. A questo punto è possibile raccogliere tutto ciò che serve per pulire bene il computer fisso: bomboletta di aria compressa, acqua e alcol, detergente delicato, cotton fioc, panni in fibra morbidi e infine un cacciavite per rimuovere il pannello laterale. Fatelo con molta delicatezza e considerate, inoltre, che diversi produttori interrompono la garanzia nel momento in cui si smonta il case.

Non perdete d’occhio viti e piccole parti del pc. Durante le fasi di pulizia non lasciateli per terra, meglio raccoglierli e riporli in un unico posto per non perderli. Se non siete molto pratici, riprendetevi mentre smontate i vari pezzi perché dopo non sarà facile farlo a memoria e c’è la possibilità che vi ritroviate alla fine con una vite in più, senza sapere il perché. Fidatevi, capita.

Per quanto riguarda il case del pc rimuovete la polvere interna con la bomboletta di aria compressa, provando ad usare delle pinze dove questa si è depositata e fatica a venir via. Le ventole, invece, si possono detergere con un panno normale. Per quanto riguarda i pannelli, è consigliabile usare un panno e il detergente per pulire l’interno mentre per l’esterno si può strofinare semplicemente con alcol.

Girate la tastiera, vi stupirà veder cadere davanti ai vostri occhi briciole e sporco che non pensavate possibile si fosse accumulato in uno spazio così angusto. Anche qui potete usare la bomboletta. Un cotton fioc imbevuto d’alcol è ideale per pulire bene i singoli tasti che giornalmente vengono sfiorati da polpastrelli non sempre puliti.

Un panno con dell’alcol va bene per il mouse ma non per lo schermo a cristalli. Per quest’ultimo è più opportuno usare una pezza morbida bagnata con acqua e poi ben strizzata.

Adesso il vostro computer è come nuovo!