Claudio Ranieri: la carriera di un allenatore sottovalutato

Claudio Ranieri: la carriera di un allenatore sottovalutato

Se vi è un evento nel mondo del calcio che sta stupendo tutti gli amanti del calcio, è quella che viene chiamata “la favola del Leicester City”. Quello che sta accadendo è stupefacente, una squadra promossa in Premier League solamente due anni fa, che l’anno scorso ha lottato ed ottenuto la salvezza, quest’anno si trova in vetta alla classifica, pronta a vincere il titolo.

Il protagonista assoluto di questa impresa, è l’allenatore dei Foxes, Claudio Ranieri. Tutti conosciamo Ranieri, dato il suo passato nel campionato italiano e in quelli esteri. Andiamo a vedere la carriera di uno degli allenatori più sottovalutati nella storia del calcio.

L’uomo delle imprese

Ranieri è un uomo a cui piacciono le imprese. Lo ha dimostrato negli anni, accettando incarichi spesso molto difficili ed ottenendo ottimi risultati seppur senza mai vincere un titolo nazionale. Difatti in tutti i suoi anni di carriera, Ranieri non ha mai vinto un campionato, ma è riuscito a vincere una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana, una Coppa di Spagna, una Supercoppa UEFA e una Coppa Intertoto UEFA.

Con il Chelsea, nel 2004, riuscì nell’impresa di arrivare in Semifinale di Champions League, dove viene però sconfitto dal Monaco. Una delle sue imprese non riuscite, che verrà rimpianta a lungo, è l’impresa dello scudetto con la Roma nel 2010.

Difatti, dopo un pessimo inizio, la Roma di Ranieri inizia a macinare punti preziosi e a perderne altrettanti, come la sconfitta contro l’Udinese poco prima di Halloween Roma oppure il pareggio con il Livorno a Marzo. Nello scontro diretto con l’Inter di Mourinho, riesce a vincere 2-1 grazie alla rete della vittoria di Luca Toni, avvicinandosi sempre di più ai nerazzurri primi in classifica.

L’Inter cade e la Roma di Ranieri ne approfitta per superarla e piazzarsi al primo posto in classifica. Nella quartultima giornata di campionato però, quando sembrava che i giochi fossero ormai fatti per la Roma, la Sampdoria, all’Olimpico, riesce a vincere per ben 2-1 con una doppietta di Pazzini in rimonta al gol iniziale di Francesco Totti.

Non basteranno le ultime tre vittorie per la Roma, che verrà superata dall’Inter di Mourinho che riuscirà a vincere il campionato ed il triplete.

Dopo il secondo posto con il Monaco, neopromosso in Ligue 1, e dopo una pessima esperienza come CT della nazionale greca, approda a Leicester, dove sta facendo vivere a migliaia di tifosi, una favola che mai avevano visto e ascoltato.