Aumentano gli infortuni sul lavoro

Aumentano gli infortuni sul lavoro

In Italia aumentano gli infortuni sul lavoro: in nove mesi ci sono stati 769 morti, con un aumento del 2,1%, comunica l'Inail, precisando che sono state presentate circa 472.000 denunce, 594 casi rispetto allo stesso periodo del 2016. Ad aumentare sono tuttavia esclusivamente gli infortuni avvenuti nel tragitto casa-lavoro e viceversa (+3,7%), mentre diminuiscono quelli avvenuti in occasione di lavoro (-0,5%).  Questo lascia pensare che forse le norme stringenti sulle normative relative alla sicurezza in qualche modo abbiano funzionato e che oggi si cominciano a raccogliere i frutti dei corsi sulla sicurezza in ambiente lavorativo.

E’ importante affidarsi anche ad aziende come US Group che si occupa di consulenza sicurezza sul lavoro a Roma

Sicurezza sul lavoro: un processo educativo

E’ il caso di ribadirlo, molti incidenti sul lavoro sono causati da errori comportamentali per scarsa conoscenza delle norme basilari in materia di sicurezza.

Ecco perché nel tempo è diventata di fondamentale importanza svolgere attività di formazione per i dipendenti ed i collaboratori, proprio per renderli consapevoli dei problemi derivanti da errate manovre. E’ possibile quindi parlare di un processo educativo con carattere di continuità. Ormai, il concetto di acquisizione di competenze per lo svolgimento in sicurezza dei rispettivi compiti in azienda e alla identificazione, riduzione e gestione dei rischi, è superato. Infatti in questa ottica, si riconosceva alla formazione la possibilità di governare il comportamento futuro del lavoratore, mettendolo in sicurezza.

Ma la formazione non determina il comportamento umano. Poiché quest’ultimo è spesso mutato da comportamenti e ordini impartiti dall’esterno.  Quindi se da un lato la formazione continua a svolgere un ruolo di addestramento alle norme, dall’altro dev’essere in grado di fornire supporto e informazioni utili per il lavoratore e che non gli permettano di andare oltre i propri limiti, o da quelli imposti dalla legge.

Normative di riferimento

La formazione professionale è sancita e regolata dalla legge 81/2008 e dal D.lgs. 106/2009. Entrambe affermano che la formazione, l’informazione e l’addestramento dei lavoratori sono degli aspetti di particolare importanza per la protezione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’attuale legge stabilisce che il datore di lavoro è obbligato a garantire che ogni lavoratore riceva una opportuna e necessaria formazione in materia di salute e sicurezza, specialmente riguardo al proprio lavoro e alle proprie mansioni dall’assunzione alla fine del rapporto di lavoro. Inoltre anche il medico competente deve adoperarsi per fornire la formazione adeguata.