Verso la presentazione del Piano socio-sanitario, intervista a Raul Mosconi (assessore Welfare Forlì)

Verso la presentazione del Piano socio-sanitario, intervista a Raul Mosconi (assessore Welfare Forlì)
Verso la presentazione del Piano socio-sanitario, intervista a Raul Mosconi (assessore Welfare Forlì)

L’assessore alle Politiche sociali e promozione della salute del Comune di Forlì: “E’ un Piano che ha saputo aggiornarsi in maniera non verticale ma orizzontale introducendo una nuova narrazione delle politiche di welfare, che tiene conto della realtà di oggi”

Assessore Mosconi, qual è la sua valutazione del nuovo Piano socio-sanitario della Regione?
“Il sistema di welfare aveva bisogno di tenere presente le mutate condizioni sociali. Questo è un Piano che ha saputo aggiornarsi in maniera non verticale ma orizzontale introducendo una nuova narrazione delle politiche di welfare, che tiene conto della realtà di oggi. Per arrivare a questo, non solo è stato compiuto un percorso molto partecipato, ma si è saputo introdurre un nuovo modo di agire e di condividere il sociale”.
Anche il Reddito di solidarietà appena introdotto va visto in questa prospettiva?
“La Regione ha dimostrato coraggio nell’introdurre uno strumento di grande aiuto ai più deboli come il Res, sapendo che è complementare al Sia, il Sostegno per l’inclusione attiva del governo, e che avrà l’effetto di far muovere a cascata le altre politiche di welfare. Il tema della condivisione è un po’ il filo conduttore di questo nuovo modo d’intendere il sociale”.
Quali altre sono le caratteristiche di questa nuova visione di welfare?
“Le politiche che hanno a che far con le persone sono, per forza di cose, sperimentali. Io non vedo limiti nel continuare a tenere assieme tutti gli attori: Inps, sanità pubblica, scuola, terzo settore, volontariato, ecc. Sono favorevole alla valorizzazione dei metodi partecipativi. A Forlì utilizziamo il metodo del World Café, in cui i partecipanti possono confrontarsi in maniera libera e con proposte concrete su progetti anche complessi. Nella parte iniziale del nuovo Piano socio sanitario della Regione si parla di Community Lab, un metodo che permette l’interagire attivo di cittadini, operatori del sociale, volontari su casi specifici di un preciso territorio. Credo che siano questi gli ingredienti del nuovo welfare”.

Azioni sul documento

Pubblicato il 07/10/2017 — ultima modifica 07/10/2017

Fonte: Verso la presentazione del Piano socio-sanitario, intervista a Raul Mosconi (assessore Welfare Forlì)