Mozart e Vivaldi, ma anche musica pop: gli imperdibili concerti di Natale di quest’anno

Mozart e Vivaldi, ma anche musica pop: gli imperdibili concerti di Natale di quest’anno
Mozart e Vivaldi, ma anche musica pop: gli imperdibili concerti di Natale di quest’anno

in foto: Teatro alla Scala, Milano.

La musica è un altro degli elementi imprescindibili a Natale. I tradizionali concerti che si tengono in tutta Italia riscaldano le feste con le loro atmosfere magiche, e anche quest’anno la scelta è più vasta che mai: dai tradizionali appuntamenti alla Scala di Milano all’innovazione pop partenopea, passando per l’arte di Caravaggio, ecco i concerti di Natale da non perdere.

A Milano, dalla tradizione della Scala ai compositori viennesi

Gli appuntamenti con i tradizionali concerti di Natale non potevano non cominciare alla Scala di Milano: l’evento, introdotto nel 1996 da Riccardo Muti e divenuto da allora usuale nel cartellone scaligero, quest’anno è interamente ispirato all’opera di Mozart. Giovedì 21 e sabato 23 dicembre il maestro Giovanni Antonini dirigerà il Coro e l’Orchestra della Scala insieme con i solisti Roberta Invernizzi, Brenda Rae, Francesco Demuro e Michele Pertusi.

Ma la Scala non sarà l’unico teatro a vestirsi a festa per il Natale 2017: sempre il 21 e il 23 dicembre il Teatro dal Verme ospiterà il tradizionale concerto dell’Orchestra “I Pomeriggi Musicali”: il repertorio, diretto dal maestro Giancarlo Rizzi, sarà prevalentemente ispirato agli Strauss e ai compositori viennesi.

Napoli, da Capodimonte al cuore della città

La città di Napoli ha previsto un ricchissimo programma per le feste natalizie, con oltre dieci appuntamenti in altrettanti luoghi della città. Per immergersi appieno nell’atmosfera festiva quale miglior luogo del Museo di Capodimonte: giovedì 21 dicembre, presso la Sala della Culla, si terrà uno dei primi appuntamenti con le musiche di Mozart, Pergolesi e Paisiello.

Il 22 dicembre invece, presso la Chiesa di Santa Maria Donnaromita, Keith Goodman dirigerà l’Orchestra San Giovanni e il coro Vox Artis con musiche di Gozzano, Starita, Grieg, Goodman e Vivaldi. Contemporaneamente andrà in scena, nella Chiesa di San Potito, un coro di 23 giovani talenti accompagnato da una band live: si tratta di “That’s Napoli! Live Show”, un mix di tradizione classica e cultura pop all’insegna della beneficenza.

A Roma fra canti liturgici e Caravaggio

Anche la capitale sarà ricca di appuntamenti, anche dopo Natale. In programma presso la Chiesa Metodista di Ponte Sant’Angelo, di fronte al celebre castello, un viaggio attraverso le note tratte dalla Traviata, dalla Boheme e dal Barbiere di Siviglia: voci di fama internazionale porteranno sul palco arie celeberrime, come “Quando m’en vo” di Giacomo Puccini o “Ah, fors’ è lui … Sempre libera” di Giuseppe Verdi.

Sabato 23 dicembre il Teatro Costanzi ospiterà un appuntamento molto particolare: in scena “La damnation de Faust: Teatro dell’Opera di Roma”, una produzione ispirata all’opera teatrale di Berlioz e a quella poetica di Goethe. Nel ruolo di Faust Pavel Černoch, mentre Alez Esposito sarà Mefistofele.

Dal Romanticismo al Barocco: nella Cripta dei Cappuccini, il 22 e 27 dicembre, la Schola Romana Ensemble replicherà i magnifici cori liturgici che fin dal Seicento attirano migliaia di fedeli da tutto il mondo. Un percorso fra musica e arte, invece, quello proposto da Villa Doria Pamphilij il 23 dicembre e replicato il 30 dicembre e il 12 gennaio: con “Suoni e visioni di Caravaggio” le sale del suggestivo palazzo si riempiono di musica e voci che riporteranno il visitatore all’epoca del grande artista. Il concerto verrà infatti eseguito con gli strumenti musicali dell’epoca di Caravaggio, molti dei quali si trovano dipinti nei suoi quadri.

Fonte: Mozart e Vivaldi, ma anche musica pop: gli imperdibili concerti di Natale di quest’anno