Sassonia, verso le elezioni anticipate?

Sassonia, verso le elezioni anticipate?

Sassonia, verso le elezioni anticipate?
Le sorprese dopo le elezioni politiche tedesche continuano. Il Governatore della Sassonia Stanislaw Tillich dei cristiano-democratici ha annunciato le sue dimissioni.
Nel Land più a Est, al confine con la Polonia e la Repubblica Ceca, governa attualmente una Grande Coalizione tra CDU e SPD. Alle elezioni del 2014, infatti, i conservatori si posizionarono al primo posto con il 39 per cento, seguiti dalla sinistra (Die Linke) al 18.9, poi dai socialdemocratici (SPD) con il 12.4. A seguire  AfD (9.7) e Verdi (5.7). 

Negli ultimi anni molto è cambiato. I contrasti all’interno del governo regionale sono aumentati e dopo le elezioni politiche le alleanze tra CDU ed SPD sono meno solide di prima. 
In particolare in Sassonia, poi,  si è radicata molto la destra di AfD che alle ultime elezioni federali di quattro settimane è divenuto il primo partito con il 27 per cento davanti alla CDU (26.9) e alla Linke (16.1). Più staccati gli altri (SPD 10.5, FDP 8.2).
In questo Land, inoltre, AfD ha vinto ben tre mandati diretti con Karsten Hilse (Bautzen I, 156), Tino Chrupalla (Görlitz, 157) e, soprattutto, con Frauke Petry (Sächsische Schweiz-Osterzgebirge 158) che però ha già lasciato il partito.

Gli effetti non potevano non farsi sentire. Ora Stanislaw Tillich che governa dal 2008 lascerà il governo regionale al più giovane Michael Kretschmer, quarantaduenne segretario generale della CDU in Sassonia. Ma proprio Kretschmer è uno dei grandi sconfitti delle elezioni federali avendo perso a Görlitz il suo mandato diretto. Le nuove elezioni in Sassonia sarebbero dovute svolgersi nell’autunno del 2019 ma ora è possibile che si voterà il prossimo anno.
twitter@uvillanilubelli

Fonte: Sassonia, verso le elezioni anticipate?