Gli oggetti più sporchi che ogni giorno tocchiamo: ecco la classifica

Le mani sono uno strumento che utilizziamo ogni giorno. Con esse facciamo e tocchiamo di tutto, motivo per cui, spesso, sono proprio queste la causa che si nasconde dietro i germi che portiamo sul nostro viso, nelle altre parti del corpo o su altre superfici. Lavarsi le mani è importante, soprattutto dopo essere stati fuori casa, ma molte volte sono proprio gli oggetti che usiamo nel quotidiano quelli che trasmettono il maggior numero di germi. Abbiamo stilato una classifica che ne include alcuni, vediamola:

Soldi

I soldi sono sicuramente al primo posto. Li utilizziamo ogni giorno per acquistare di tutto e di più, paghiamo utilizzando delle banconote che a loro volta sono state nelle mani di migliaia di altre persone.

Borsa

Da questo deriva anche il secondo posto della classifica, occupato proprio dalla borsa: al suo interno inseriamo oggetti di qualsiasi tipo, a partire proprio dai soldi che, con i loro germi, contaminano tutto ciò che si trova attorno.

Spugna da cucina

La spugna da cucina è al terzo posto: si tratta di un'altro degli oggetti di uso quotidiano in cui i germi si annidano più facilmente. Sebbene sembri impossibile, dal momento che si tratta di uno strumento utilizzato principalmente per pulire le altre superfici, essa ospita un numero altissimo di batteri che vi si annidano durante la pulizia e si riproducono a vista d'occhio. La soluzione, ovviamente, è quella di comprarne di nuove in maniera abbastanza frequente e di utilizzarle solo servendosi di un paio di guanti.

Tastiera del computer

La tastiera del computer, al quarto posto, rappresenta un altro pericolo per la nostra salute. Pensiamo a quante volte ci siamo ritrovati a cenare davanti al pc per la fretta di concludere un lavoro o semplicemente per goderci la visione di un film. Azioni come questa comportano la trasmissione di moltissimi germi su superfici come la suddetta che utilizziamo di continuo e in qualsiasi luogo.

Cellulare

Il cellulare, che occupa il quinto posto della classifica, è ormai uno strumento indispensabile nelle nostre vite. Lo portiamo con noi dovunque, lo usiamo per chiamare, inviare messaggi, pagare, fotografare qualcosa intorno a noi. Non c'è niente che un cellulare non possa fare al giorno d'oggi, soprattutto trasmettere malattie.

Carrelli della spesa

I carrelli della spesa si aggiungono alla lista occupando la sesta posizione: utilizzati da moltissime persone in modo giornaliero, su di essi si annidano batteri di qualsiasi tipo. Tutto ciò che portiamo sulle nostre mani vi si deposita e, successivamente, si trasferisce sulle mani di qualcun altro. Così in un ciclo infinito che prevede la circolazione di un ingente numero di microbi.

Telecomando

Il telecomando inaspettatamente, occupa il settimo posto della lista. Proprio perché non si penserebbe mai a pulire il telecomando della televisione, questo diventa uno dei maggiori trasmettitori di sporcizia. Basti pensare ai telecomandi delle camere d'albergo, utilizzati da moltissime persone e mai disinfettati.

Spazzolino

Lo spazzolino, in ottava posizione, è la dimora meglio progettata per la nascita di germi e batteri. Questi ultimi, infatti, vivono meglio e proliferano soprattutto in ambienti umidi, come le sue setole. Uno studio ha inoltre dimostrato che i batteri che vengono rilasciati dallo scarico del nostro WC si disperdono nell'aria fino a depositarsi proprio sullo spazzolino da denti.

Vasca da bagno

Contro ogni aspettativa, al nono posto della classifica troviamo la vasca da bagno. Sebbene noi ce ne serviamo per lavarci, infatti, su di essa si stabiliscono dopo ogni uso moltissimi microbi, che non giovano certo alla nostra idea di pulito. Questi possono essere la causa di molte infezioni, tra cui soprattutto quelle che riguardano il tratto urinario.

Lavandino

Al decimo e ultimo posto, abbiamo il lavandino della cucina. Si tratta di una superficie sulla quale poggiamo moltissimi oggetti, che necessitano di essere puliti. Per questo motivo, dopo aver lavato i piatti, è importante utilizzare un disinfettante per assicurarsi di rimuovere tutti i batteri rimanenti.